Viene qui di seguito riportata la relazione delle Imprese che la squadriglia Volpi ha realizzato per ottenere la specialità di Squadriglia.

PRESENTAZIONE DELLA SQUADRIGLIA

(presentate la vostra Squadriglia e i suoi componenti, potete mettere anche una foto, una caricatura, quello che meglio rappresenta la vostra Squadriglia)

Salve salvino!

Da Montepulciano con furore ecco le Volpi!

Siamo sei: Ilaria, Capo Sq, Giuditta, Vice, Valentina, Isabella, Maria Sofia e Angela.

Siamo le prime del nostro gruppo che cercano di prendere la Specialità di Squadriglia e speriamo di fare per bene.

Sarà divertente e il ricordo di questa esperienza ci accompagnerà per sempre!

PRESENTAZIONE DELLA SPECIALITA’

(perchè avete scelto di lavorare proprio a questa specialità di squadriglia?)

La Specialità di Artigianato ci ha interessate fin dall’inizio.

È creativa, divertente e non richiede grande attività fisica J !

Per portarla avanti impareremo tecniche nuove alle quali siamo interessate, e lavoreremo tutte insieme divertendoci!

PRIMA IMPRESA

Titolo della prima impresa:

“Aspettando Natale”

DESCRIZIONE

(una breve descrizione della prima impresa che volete realizzare)

Realizzazione di piccoli oggetti natalizi (angioletti, pupazzini, palline, sacchettini profumati,…) con materiali di uso comune da riutilizzare (vecchi vestiti, nastrini, perline…)

TEMPI PREVISTI

(quando abbiamo iniziato/previsto di iniziare, quando pensiamo di concludere)

Inizio: inizio novembre

Fine: Natale

 

SECONDA IMPRESA

Titolo della seconda impresa:

Mestiere del cuoio e dell’argilla

DESCRIZIONE

(una breve descrizione della seconda impresa che volete realizzare)

Vorremmo imparare a padroneggiare nuove tecniche per costruire oggetti con cuoio e argilla.

TEMPI PREVISTI

(quando abbiamo iniziato/previsto di iniziare, quando pensiamo di concludere)

Inizio: metà febbraio

Fine: metà aprile

 

 

PRIMA IMPRESA

IDEAZIONE

(1. Mappa delle Realizzazioni - tutte le idee che vi sono “frullate” in testa, come sono state valutate e considerate- 2. Obiettivi che la Squadriglia si è posta di raggiungere con l’impresa

Eravamo nel periodo di Natale e valevamo rimanere in questa tema. La nostra prima idea è stata quella di usare materiali di uso comune che,nelle case,spesso vengono buttati: stoffe,nastri, vecchi vestiti, candele rotte…

Così,fra varie idee, è venuto fuori di fare questi oggettini: palline, angioletti, pupazzi, candele,segnaposti…

Lo scopo dell’Impresa era quella di riuscire a tirar fuori da materiali di scarto qualcosa di utile,applicando le nostre conoscenze e abilità.

Inoltre,volevamo,allo stesso tempo,cercare di autofinanziare la seconda impresa, così abbiamo deciso di vendere le nostre creazioni.

LANCIO

(Come e dove è stato fatto, quale tecnica espressiva avete usato, se avete usato costumi..)

E’ avvenuto ad una riunione; abbiamo scritto poche strofe di una canzone che spiegasse le nostre idee sulle note de “La canzone del Sole” e l’abbiamo cantata al Reparto!

PROGETTAZIONE

(1. Mappa delle Opportunità 2. Posti d’azione assegnati ad ogni singolo componente della Sq. 3. Progetto - fasi, materiale, eventuali schizzi o disegni - 4. Tempi di realizzazione 5. Maestro di specialità - chi, per cosa vi era utile, ecc. )

La prima cosa da fare è stata scegliere gli oggetti da realizzare e ci siamo “lanciate” verso tre tipi principali: candele,palline e pupazzi; poi, per trovare il materiale, ognuna di noi si è impegnata a portare quanto più riusciva a trovare, il resto lo abbiamo comprato! Diciamo che non sono stati assegnati posti d’azione fissi,poiché tutte volevamo cimentarci in ogni cosa. Le fasi principali del lavoro erano tre: ricerca del materiale,realizzazione dei prodotti e vendita.

Sono state organizzate così: dopo aver trovato tutto l’occorrente,nelle due settimane prima di Natale ci siamo trovate a casa della Capo sq. per “darci da fare”. Il pomeriggio e la sera della vigilia di Natale, prima della Messa, le abbiamo vendute.

Importante è stato l’aiuto del nostro maestro di specialità: Cecilia, capo Clan. Ci ha consigliate su come fare alcuni oggetti, ci ha comprato molto materiale…ed è stata sempre super disponibile a darci una mano!!

REALIZZAZIONE

(Descrivete la realizzazione della vostra impresa, attraverso una parte scritta ma anche foto, immagini, ecc. )

Eravamo pronte,avevamo tutto ciò che ci occorreva, era stato trovato un posto dove lavorare (gentilmente offerto da una di noi J!!) ; dovevamo solo metterci all’opera. Abbiamo deciso che gli oggetti sarebbero stati realizzati tutti insieme,non in giorni diversi, cosi che anche chi non c’era una volta,poteva provare a fare tutto!

Cominciamo con le palline: Cecilia ci ha comprato delle palle di polistirolo che noi abbiamo decorato con paillettes,brillantini,nastri…

Poi abbiamo inserito dei ganci per essere appese all’albero.

Passando ai pupazzini, descriviamo in particolare gli angioletti: alcuni sono stati cuciti a mano e ricamati, per altri è stata usata la colla a caldo! Insieme a questi, c’erano anche altre decorazioni per l’albero: sono state ritagliate nella stoffa forme geometriche e non,riempite con l’ovatta e cucite.

Per ultime, ma non per importanza, le candele e i segnaposti: in sede c’erano delle candele di vari colori che non venivano più usate,così i Capi hanno deciso di darcele; è bastato fonderle,colarle in dei bicchieri e ,quando ancora non erano completamente asciutte, modellarne la forma con degli stampini.

Queste erano le descrizione degli oggetti più importanti, ma ne abbiamo realizzati altri,ad esempio sacchettini profumati con saponette e “puppurry”.

Terminata le prima fase dell’impresa, non restava che venderle; la sera della Vigilia di Natale, non curandosi del freddo polare, le impavide Volpi hanno allestito il loro mercatino che ha fatto scalpore tra i passanti!!

VERIFICA IN CONSIGLIO DI SQ.

(1. Obiettivi raggiunti e non 2. Difficoltà incontrate 3. Cosa avete imparato e quali competenze avete acquisito? In che modo la vostra sq. è cresciuta per questa impresa? Avete usato l’impresa per qualche specialità individuale o brevetto?

4. I tempi sono stati rispettati?)

Possiamo dire di aver raggiunto gli obbiettivi che avevamo fissato: le nostre creazioni erano molto simpatiche,originali e belline! Siamo contente del nostro risultato e anche molti altri hanno apprezzato i nostri lavori visto che il mercatino ha portato molto ( così per la seconda impresa non avremo problemi a procurarci i materiali!).

Non abbiamo incontrato grandi difficoltà, a parte un piccolo incidente di percorso con il lavandino della cucina in cui lavoravamo!! J

Oltre che a imparare nuove tecniche e avanzare nella nostra specialità,questa impresa è servita a migliorare la nostra complicità in squadriglia. Ad esempio,noi un po’ più grandi, abbiamo imparato molto dalla nuova arrivata Angela, che non credevamo così brava nei lavori manuali!

I tempi sono stati rispettati alla perfezione e anche se nei preparativi degli ultimi giorni abbiamo “corso” un po’ per fare tutto,ce l’abbiamo fatta,e anche discretamente!!!

Adesso la capo Sq. sta prendendo la specialità di Sarto e speriamo che l’esperienza che abbiamo acquisito con questa impresa la aiuti nel suo intendo!

FIESTA

(raccontate come avete festeggiato la riuscita della vostra impresa)

Pizza e film nel posto dove tutto era cominciato : a casa della capo sq.!! Una serata bellissima, piena di battute e risate; contente per aver portato a termine un’impresa che,per adesso, nessuno nel nostro gruppo aveva mai tentato!!!

 

SECONDA IMPRESA

IDEAZIONE

(1. Mappa delle Realizzazioni - tutte le idee che vi sono “frullate” in testa, come sono state valutate e considerate- 2. Obiettivi che la Squadriglia si è posta di raggiungere con l’impresa

Pensavamo di utilizzare i soldi che abbiamo ricavato dalla prima impresa, comprando, per quest’ultima, materiali più particolari ed impegnativi, come il cuoio. Inizialmente, avevamo pensato a realizzare dei chiudi-promessa per tutto il reparto,ma era un po’ troppo semplice.

Adesso ci siamo “lanciate” verso dei braccialetti per tutto il reparto insieme a delle borse (una per squadriglia) per l’occorrente per il pronto soccorso.

I braccialetti saranno in due tipi: delle fascette con il nome per noi ragazzi e quelli “a treccia” per i Capi.

Speravamo, con questa impresa, di acquisire una certa abilità con gli attrezzi più complessi con i quali abbiamo lavorato il cuoio.

LANCIO

(Come e dove è stato fatto, quale tecnica espressiva avete usato, se avete usato costumi...)

Il lancio è stato realizzato in sede: durante la nostra riunione di Sq. abbiamo creato una scenetta per illustrare al nostro Reparto la nostra impresa. Abbiamo usato alcuni vestiti che usiamo per i travestimenti al Campo Estivo.

PROGETTAZIONE

(1. Mappa delle Opportunità 2. Posti d’azione assegnati ad ogni singolo componente della Sq. 3. Progetto - fasi, materiale, eventuali schizzi o disegni - 4. Tempi di realizzazione 5. Maestro di specialità - chi, per cosa vi era utile, ecc.

Scegliere cosa fare ci ha rubato tanto tempo: avendo già fatto una ricerca, avevamo già tante idee e modelli, ma così poco tempo per farle!! Infatti all'inizio volevamo fare dei ferma-promesse per tutto il Reparto ma alla fine ci siamo buttate su tre idee: per i Capi braccialetti a treccia (rossi per le Capi e marroncini e marroni per i Capi), per noi ragazzi, braccialetti con disegni e nome a pirografo, poi tre borse in cuoio (una per ogni Sq.) per metterci l'occorrente per il Pronto Soccorso. Per fortuna trovare il cuoio non è stato difficile: Cecilia, Capo Clan, disponibilissima, ci ha dato una mano nella ricerca del materiale ed il risultato è stato fantastico!! Infatti abbiamo trovato diversi tipi di cuoio: rosso, nero, marrone e marroncino. Per gli attrezzi invece ci siamo organizzate all'interno della Sq.: una ha portato molti lapis e un attrezzo per bucare il cuoio, altre alcuni taglierini per cuoio e righelli, un'altra il pirografo.

Non avevamo ruoli fissi, infatti tutte volevamo provare tutto. Così un’ iniziava a prendere le misure per le borse, una tagliava i pezzi di cuoio a striscioline per fare i braccialetti a treccia, una faceva le chiusure, un'altra usava il pirografo e così via, poi ci scambiavamo i ruoli. Per finire tutti quei braccialetti e quelle borse ci siamo ritrovate molte volte a casa di una squadrigliera e qualche volta in sede.

REALIZZAZIONE

(Descrivete la realizzazione della vostra impresa, attraverso una parte scritta ma anche foto, immagini, ecc. )

Preso tutto l'occorrente, ci siamo ritrovate e abbiamo iniziato a lavorare. Abbiamo cominciato con i braccialetti a treccia per i Capi: una di noi tagliava con il taglierino tre striscioline di 2 mm di spessore e venti cm di lunghezza ognuna e per non sbagliare seguiva il righello che aveva accanto alla striscia, stando però attenta a lasciare unite alla fine le striscioline. Poi lo tagliava 2 cm dopo la fine la striscioline e passava il pezzo ad un'altra che, facendosi aiutare, faceva una treccia e occupava della chiusura.

Poi siamo passate ai braccialetti per noi: ognuna ha copiato il modello che più le piaceva nel colore che si era scelta, ha scritto il suo nome a pirografo e lo ha decorato come le piaceva (sempre con il pirografo).

Per le borse è stato tutto un po' più complicato: infatti non avevamo più cuoio!! Per fortuna,c’era sempre con noi la grandissima Cecilia che ci ha comprato un pezzo di cuoio bellissimo e facilmente lavorabile. Per non rovinarlo inutilmente,sono state fatte numerose prove sulla carta e poi….all’azione!!

Dopo aver preso bene le misure abbiamo fatto il disegno nel cuoio,l’abbiamo ritagliato e abbiamo cucito i lati. Pensavamo che fare le borse sarebbe stato molto più difficile,invece ci siamo divertite dai!!

VERIFICA IN CONSIGLIO DI SQ.

(1. Obiettivi raggiunti e non 2. Difficoltà incontrate 3. Cosa avete imparato e quali competenze avete acquisito? In che modo la vostra sq. è cresciuta per questa impresa? Avete usato l’impresa per qualche specialità individuale o brevetto?

4. I tempi sono stati rispettati?)

Con nostra grande soddisfazione siamo riuscite a fare tutto quello che ci eravamo prefissate! Infatti i nostri e le borse per le Sq. sono stati apprezzati moltissimo da tutto il Reparto, facendoci anche molti complimenti.... Possiamo dire che le uniche difficoltà incontrate sono state... tagliare il cuoio nero!! Non si lasciava proprio tagliare! Da questa esperienza pensiamo di aver acquisito una buona manualità con il cuoio che speriamo ci sia utile ai Campi e durante le Attività di Reparto. Anche durante questa impresa, siamo riuscite ad accrescere la nostra complicità come squadriglia poiché siamo state molto tempo insieme e abbiamo imparato ad aiutarci a vicenda. Questa volta invece la nostra vice sta cercando di prendere la specialità di Lavoratrice del Cuoio e speriamo che questa nostra esperienza le aiuti a conseguirla!!

FIESTA

(raccontate come avete festeggiato la riuscita della vostra impresa)

Come la prima fiesta, anche questa è stata fantastica e, con pizza, patatine e tanta tante risate, abbiamo trascorso una serata bellissima all'insegna del divertimento fra squadrigliere, anzi fra amiche!!

 

MISSIONE

1. Allegate la lettera di missione data dai vostri Capi (o scrivete quello che vi è stato chiesto di realizzare durante la missione)

2. Raccontate come avete superato la missione (lo spirito di Sq., gli obiettivi raggiunti, le difficoltà incontrate, ciò che avete imparato, ecc.)

3. Includete delle foto, immagini, eventuale materiale che ritenete importante, ecc.

Care Volpi… siete pronte???

E allora… MISSIONE DI SQ!!!

La Missione comincerà giovedì 9 aprile, alle ore 16 a Sant’ Agnese.

Allegre e pimpanti, puntuali e (non ci sarebbe nemmeno bisogno di dirlo, ma tanto per essere più sicuri) in uniforme, vi recherete alla bottega del Sig. Mazzetti, il ramaio di Montepulciano, che vi farà conoscere i segreti del suo antico mestiere. Non esitate a fare domande se avete dubbi e curiosità, anzi… e non dimenticatevi la macchina fotografica per immortalare il momento! La sua bottega si trova accanto all’entrata del Teatro Poliziano, in Via del Teatro, appunto. Una volta finito l’incontro, tornerete verso valle, dove provvederete a comprare le provviste per la cena e per la colazione, che verranno cucinate con i fornellini. Fatta la spesa, vi dovete organizzare per raggiungere via Fonte al Giunco 13, Abbadia, dove passerete la serata e la notte. Non socializzate troppo con gli indigeni, siete in Missione!!!

Trascorrete una piacevole serata in compagnia, impiegando un po’ di tempo per trovare un modo carino per raccontarci il vostro pomeriggio in mezzo al rame, e ricordandovi che la mattina vi dovrete svegliare di buon ora! Dopo colazione, avrete la mattina a disposizione per fare un resoconto dell’esperienza e magari lavorare un po’ sulla vostra impresa, facendo in modo di essere per le 12 a Sant’Agnese, dove vi saluterete dopo aver trascorso, speriamo, dei bei momenti insieme!

Se avete qualche dubbio o domanda, chiamateci.

E… buon divertimento!!!

I capi Reparto

La visita dal signor Mazzetti è stata interessante soprattutto perché abbiamo scoperto le tante qualità del rame per cucinare e quanto sarebbe meglio usare quello piuttosto che altri metalli o pentole antiaderenti che potrebbero essere nocivi per la nostra salute. Lui è stato gentilissimo e molto disponibile: ci ha mostrato i suoi lavori e ci ha raccontato del suo incontro con il Papa Benedetto.

Abbiamo anche scherzato insieme e ci ha fatto vedere e provare alcune tecniche di lavorazione del rame, per ricordo ci ha regalato un piccolo stemmino con un fiore e il nome della nostra squadriglia. Dopo aver fatto la spesa, siamo state accompagnate al luogo dove avremo dormito.

Nel tempo libero ci siamo dedicate alla seconda impresa,ma Ilaria e Giuditta avevano una sfida ben più importante: accendere il fuoco nel camino. Riusciamo ad accenderlo tutti i giorni al campo e, per farlo una sera dentro ad una casa, ci abbiamo messo un’ora!!

Fra risate e braccialetti in cuoio,abbiamo trascorso una bellissima serata… quasi come una seconda fiesta!!

VERIFICA DELLA SPECIALITA’ DI SQ

(Le vostre impressioni, cosa vi sembra di aver imparato o in che cosa vi siete migliorati? Dove avete trovato maggiori difficoltà? E’ stato faticoso, divertente, etc)

Inizialmente eravamo piene di entusiasmo per la nuova esperienza che ci attendeva,poi, andando avanti, ci siamo un po’ buttate giù perché abbiamo incontrato le prime difficoltà. È stato difficile organizzare il tempo di ognuna e farlo combaciare con gli impegni della squadriglia; ma alla fine, vedendo i nostri lavori, direi che siamo rimaste proprio soddisfatte!! Certo, le “sclerate” non sono mancate, ma alla fine tutto è stato portato a termine più che dignitosamente!! Non vediamo l’ora di andare a questi Guidoncini Verdi per mettere in atto le esperienze acquisite e bhè…… ci vediamo il 23!!!

Le Volpi

 

 

 

 

 

Joomla SEF URLs by Artio