San Giorgio Volpi.

Beh, come si può descrivere il S. Giorgio regionale di quest'anno secondo noi Volpi? C' è un aggettivo che è quello che usiamo più spesso parlando di scout : FANTASMAGORICO!!! Noi eravamo nel sottocampo "La Perla Nera", il più grande (eravamo quasi mille e duecento ragazzi fra guide e esploratori!!), e abbiamo montato la nostra tenda nella stessa piazzola di Orsi Leoni e Falchi, ma intorno a noi c'erano tende a perdita d'occhio! Comunque, escludendo l'emozione di vedere con i propri occhi così tante persone che condividono lo stesso amore per lo scoutismo, la specialità che avevamo scelto è stata infinitamente gratificante per noi tutte: l'alpinismo è decisamente una cosa meravigliosa!! Arrampicarsi lungo una parete che sembra completamente liscia e priva di appigli, sentire il vento che ti scompiglia i capelli e il calore del sole che ti accarezza dolcemente la pelle, guardarsi intorno e non vedere altro che persone poco distanti da te intente a scalare e un paesaggio che ti lascia senza fiato: ti senti in pace con il mondo e potresti restare lì per sempre... Però poi arriva anche il turno delle altre squadrigliere che devono ancora scalare e così sei costretta a scendere, ovviamente aiutata dal capo scout che sta seguendo le due Sq. gemellate (noi scalavamo insieme alle simpaticissime Pantere del Siena 3). Infatti quasi tutte le persone adulte che aiutavano i ragazzi a scalare erano capi scout con la passione per l'alpinismo che, fra l'altro, avevano anche fatto un' alzataccia la mattina per preparare i cinque percorsi che poi noi avremmo fatto poco dopo. La nostra Sq. e le Pantere erano seguite da una simpaticissima ragazza fiorentina non scout e da un altro ragazzo giovane che, oltre ad essere bravissimo e molto incoraggiante per noi che eravamo alle prime armi, è anche un capo reparto di un gruppo di Arezzo. Ci siamo divertite tutte moltissimo e abbiamo imparato un sacco di cose sulla montagna e sull' attrezzatura migliore da portare con sè durante una scalata (ci siamo persino messe del magnesio in polvere sulle mano per asciugare il sudore come gli alpinisti professionisti!!) e siamo tutte d'accordo con il dire che è stata un'esperienza unica e che se dovessimo tornare indietro saremmo ancora più sicure della nostra scelta... L'unica nota negativa è stata la pioggia, però cosa sarebbe un S. Giorgio senza pioggia?

Joomla SEF URLs by Artio